Da tempo oramai leggevo alcuni rumors su Adobe Photoshop Lightroom 5, ma più che notizie di una possibile uscita del prodotto erano “desideri” di utenti che volevano implementate una o l’altra funzionalità mancanti  e quindi rincorrevano con la loro immaginazione una nuova versione dotata di queste funzionalità talvolta anche molto fantasiose.

Beh, Adobe ha fato il colpaccio e ha superato ogni rumors uscendo nelle scorse ore con una BETA di una nuova versione ( Adobe Photoshop Lighroom 5 appunto ) del famoso programma per fotografi.
Non so quando uscirà la versione definitiva ( almeno un paio di mesi dovranno passare credo ) tuttavia sono stupito della velocità con cui Adobe ha proposto una nuova versione del programma: IMHO è segno che crede nel software ed ha un ottimo riscontro e sollecito da parte degli utenti.

E’ prematura ( almeno per me ) illustrarvi in modo scrupoloso le nuove funzionalità, l’ho appena installato ma entro qualche giorno posterò qualche impressione.

Sappiate ad ogni modo che fra le novità introdotte ( e ce ne sono ) le più evidenti sono le seguenti:

 

1) Pennello correttore avanzato o intelligente
Possibilità di rimuovere facilmente oggetti e correggere difetti anche con forme irregolari con un solo colpo di pennello.
La vecchia funzionalità “rimozione macchie” è stata notevolmente potenziata ed ora consente di rimuove oggetti di consistenti dimensioni nell’immagine ma è soprattutto molto efficiente per gli utenti che usavano lo strumento per rimuovere ad esempio i numerosi inestetismi cutanei nelle foto di ritratto;

 

2) Strumento di raddrizzamento rapido/automatico delle immagini (UPRIGHT tool)
Un’aggiunta a quanto già esistente per completare e migliorare il raddrizzamento delle immagini in modo automatico, per gestire la correzione prospettica in modo più facile rispetto alla precedente versione dov’era possibile solo sulla gestione manuale del profilo lente.
Impressionante questo strumento che con facilità e velocità consente di ottenere ottimi risultati, possibili sicuramente anche prima ma ora davvero facilità e velocizzati ( in fondo, il compito di LR non è quello di reinventare o introdurre novità al workflow del fotografo ma soprattutto velocizzare le sue operazioni visto che spesso il numero di immagini da gestire cresce con il crescere della potenzialità delle fotocamere );

 

3) Correttore locale a gradiente/radiale
Come già con il pennello e i filtri digradanti la possibilità di interventi a gradiente in uno o più punti dell’immagine;

 

4) SMART PREVIEW ( Foto Originale? )
Non so al momento come potrà essere tradotta nella versione definitiva in italiano questa funzionalità ( Foto originale per ora ) tuttavia, sfruttando le funzionalità del nuovo formato file .DNG LOSSY già introdotto nella passata versione di Lightroom, sarà possibile ( a richiesta ovviamente, visto che in questo modo “teoricamente” si aumenta lo spazio occupato su disco ) avere un’anteprima speciale per poter effettuare delle correzioni alle immagini anche senza disporre di quest’ultime e quindi poter tenere i dischi di archivio scollegati ( per chi usa questo sistema ) con vantaggi per durata e sicurezza.
Questa funzionalità sembra ( devo prima fare opportuni test per confermarlo ) che migliori anche lo spazio occupato su disco dalle anteprime stesse, rispetto alla precedente gestione con anteprime 1:1.

Ottima funzionalità che spero sia implementata in modo molto chiaro nella versione definitiva perché, nei corsi di Lightroom che ogni tanto propongo noto come non sia sempre facile comprendere la gestione e la necessità delle anteprime da parte degli utenti per non hanno dimestichezza con concetti come database e simili;

 

5) Miglioramento del modulo slideshow per la presentazione di immagini e video con sottofondo sonoro da condividere facilmente ed in modo elegante;

 

6) Miglioramento del modulo libro che include ora numerosi template e l’intelligenza di creare un fotolibro in pochi click.

 

999) … e cos’altro?
Tante piccole ma importanti novità come ad esempio:

  • supporto dei file PNG
  • vera funzionalità a schermo intero
  • Windows HiDPI
  • nuovi criteri di filtro per le raccolte automatiche
  • blocco della posizione dello zoom
  • nuove scorciatoie da tastiera anche per il controllo dello scatto
  • ‘Collezione di Destinazione’ gestibile con checkbox
  • Trascinamento col mouse delle foto in aree create nel modulo Mappa
  • Verifica dell’integrità dei file DNG
  • gestione del metodo LAB
  • Possibile duplicazione delle correzioni locali

 

Queste voci giusto per stimolare la curiosità … a presto!